More

    Due appunti e una domanda

    09 luglio 2009. Ruba un pacco di wafer del prezzo di un euro e 29 centesimi in un discount e viene condannato a tre anni di reclusione. L’uomo, 40 anni, non ha potuto beneficiare dell’attenuante del danno lieve per gli effetti della legge Cirielli ( fra l’altro “giro di vite” per i recidivi). “Invitato a consegnare la refurtiva tentò di divincolarsi, ma fu presto immobilizzato e consegnato ai carabinieri”. “Mi vergogno, avevo fame…” la giustificazione… Ma in passato  aveva già avuto condanne per piccoli furti. Niente attenuanti dunque.

    06 luglio 2009.  Il tribunale di Ferrara ha condannato a tre anni e sei mesi i quattro poliziotti accusati di eccesso colposo nell’omicidio colposo di Federico Aldrovandi. Il giovane, di 18 anni, morì il 25 settembre 2005 durante un intervento di polizia. Eccesso colposo per i quattro agenti che hanno infierito sul ragazzo colpendolo più volte con i manganelli. Fra loro, una donna (Significa qualcosa? Importa qualcosa?).

    Un pacco di wafer = tre anni

    La vita di un ragazzo = tre anni e sei mesi.

    Pur riluttante all’idea di forme qualsiasi di contenzione, rimane una domanda bislacca che non va via dalla testa: sei mesi… sei mesi fanno la differenza fra un pacco di wafer e la vita di un ragazzo?  

    Ultimi Articoli

    Lo strazio dei bambini

    Le Donne del Muro Alto

    carcere e covid, fra emergenze e menzogne

    Archivio

    Tag

    Articolo precedenteContaminazioni…
    Articolo successivoClandestini…