More

    Le cose che ti vengono a cercare

    laurLe cose che ti vengono a cercare… “Quanto mai vero!”. ho pensato appena finito di leggere il racconto di Lauretta Chiarini che così s’intitola…
    Quanto mai vero, pensando a questo libro rimasto rintanato per un po’ di mesi da qualche parte, nei meandri della mia distrazione… e che poi tre giorni fa si è fatto strada fra la confusione dei miei libri e delle mie carte accumulate sul pavimento per dirmi: “Insomma, sono qua.. mi vuoi appena appena sfogliare?”
    Va beh, ti sfoglio appena… ho tanto da fare… e poi “una libraia, un ragazzino, un barista, una prostituta. E un cadavere” leggo in quarta di copertina… i gialli, confesso, non mi hanno mai attirato molto…
    Ma come non rispondere all’invito di chi ti viene a cercare? Così ho iniziato a leggere e poi… non ho potuto che portarmelo dietro nel bagaglio per l’ultimo spostamento in treno… cinque ore… e non ho potuto che arrivare fino all’ultima pagina…
    Subito conquistata dai tre personaggi intorno ai quali tutto si snoda…
    Cecilia, ruvida e tenera a un tempo, rintanata nel suo mondo di libri… Orazio, innamoratissimo barista con codino… Leonardo, ragazzino figlio di una prostituta che piomba nelle loro vite a segnarne il nuovo passo… le cose che ti vengono a cercare…
    E poi sì, c’è il cadavere di un uomo, ucciso nella notte sotto casa di Leonadro… e la scoperta della verità sarà sconvolgente… una verità che però non sconvolge affatto Cecilia…
    Insomma forse sì, è l’intreccio del giallo che porta fino alla fine… ma è anche e soprattutto, credo, la dolcezza dei personaggi, che si incontrano, si scontrano, si scrutano, si desiderano e si respingono… ai quali, da subito ci si affeziona.
    E come non riconoscere nella protagonista proprio Lauretta, e il suo amore per la lettura e i libri… il suo amore e la sua tenerezza, anche, per i ragazzini…
    E come non riconoscere in questo breve romanzo il lieve incanto dei racconti che Lauretta da sempre scrive per bambini e ragazzi… che così, Lauretta l’ho conosciuta… scrittrice e raccontatrice, anche, per i bambini delle scuole… che mi mandò un delizioso “giardino di Brigitta” (http://www.laltrariva.net/?p=245).
    Come non riconoscere il percorso che passa attraverso storie come “Il viaggio di Marco”, racconto costruito intorno alla storia vera di una giovane vita che troppo presto si è spenta e alla quale Lauretta Chiarini ha saputo regalare un ritorno al futuro… (http://www.laltrariva.net/?p=939)
    Anche qui, ne “Le cose che ti vengono a cercare”, in questo libro che l’altro ieri è proprio venuto a tirami per la giacca, con grande piacere ho ritrovato la sua penna gentile, che sempre lascia una speranza ai sogni…

    Ultimi Articoli

    Le donne, la violenza…

    Lo strazio dei bambini

    Le Donne del Muro Alto

    Archivio

    Tag