More

    Rondini

    Sono tornate. E’ già il secondo anno. Disegnano cerchi. Ampi quanto la circonferenza inclusa  nel quadrilatero segnato dal confine dei palazzi. Lo sfiorano. Quel confine. Arrivando a toccare, lo giuro, con la punta delle ali, la mia finestra. Quasi sapendo. Che la mattina sul davanzale compaiono briciole… Il pane non si getta via. Mai. E’ peccato. Neanche se avanzi di briciole della sera. Lasciarle, piuttosto, quelle briciole, e quegli avanzi, a qualcuno che si avvicini, all’alba, planando… E questa mattina arriva anche una rondine. Dopo le tortore, i passeri… un merlo… E lo stridore… di primavera…

    (foto. www.vogliaditerra.com)

     

    Ultimi Articoli

    Lo strazio dei bambini

    Le Donne del Muro Alto

    carcere e covid, fra emergenze e menzogne

    Archivio

    Tag

    Articolo precedenteProdotto nazionale lordo
    Articolo successivoUn ricordo