More

    suoni… 2

    Un saluto a settembre… con voci che ancora arrivano dal vicolo… ancora un parlare di terra di fado accompagnato da brevi accenni di chitarra… che questa volta però si fermano… e diventano concitato discorrere con qualcuno… dall’altra parte di un telefono… dall’altra parte del mare, sembra… rimasto ad aspettare sull’altra riva… e  lui, il ragazzo ( che ora, è mattina, lo posso nella luce grigia sbirciare ) magro e aspro e dolce come la sua voce, presto se ne va… lasciando il vicolo muto. Peccato. M’ero messa, paziente, in attesa. Di un nuovo canto… Buon fine settembre a tutti!

    Ultimi Articoli

    Lo strazio dei bambini

    Le Donne del Muro Alto

    carcere e covid, fra emergenze e menzogne

    Archivio

    Tag

    Articolo precedenteFermoimmagine
    Articolo successivoStragi…