More

    Cenerentola

    Ritornando, da un incontro con Michelle. Ricordando, il testo di una sua poesia. Struggente. Come sempre. Ecco: "Una serata al ballo/ Una notte soltanto, / Una possibilità sola per scivolare danzando / Lungo la sala degli specchi /// Per danzare/ trasformata insieme agli altri / Una sola possibilità per turbinare / Nel bagliore della sala /// Portatemi / Le scarpe destinate / Mettete preziosi pettini nei miei capelli lucidi / E dipingetemi le labbra / Ora pronte ad essere baciate /// Eccomi là…  persa / Nell’agonia dell’estasi / La mia fine sigillata / Dal suo bacio / Eccomi là". (Cenerentola. Michelle Bobko)

     

    Ultimi Articoli

    Lo strazio dei bambini

    Le Donne del Muro Alto

    carcere e covid, fra emergenze e menzogne

    Archivio

    Tag

    Articolo precedenteRonde…
    Articolo successivoIl taglio del bosco