More

    lillà…

    … e poi ti accorgi una mattina che c’è uno spigolo di sole che entra di taglio in un angolo di stanza, come in tutti questi anni non avevi mai notato… e ritornano improvvise altre mattine di altre stanze dove quello spigolo di sole, con lo stesso esatto taglio di luce, entrava all’inizio di giornate che erano inizio di nuova vita…  struggente come le cose da subito già finite, e che pure s’annunciavano con gioia infinite …  ci risiamo… quando finisce questo benedetto crudele aprile?  … ancora lillà, dalla morta terra…

    Ultimi Articoli

    Le Donne del Muro Alto

    carcere e covid, fra emergenze e menzogne

    Ieri a Napoli

    Archivio

    Tag

    Articolo precedenteRoghi
    Articolo successivoCastelli di fiammiferi