More

    Pensiero di metà novembre

    Ascoltando il rumore della pioggia, che non fa che battere, e battere, e battere…. forse per non pensare a quanto e quanti fuori annaspano nell’acqua e nel fango…   riemerso chissà da dove, così ripensando a le dame, i cavalier, l’armi, gli amori… forse sognando, di un volo fin sulla luna, a raccattare senni perduti…

    Ultimi Articoli

    Tra la folla

    Rizpà e le altre…

    lettera per un amico che non c’è più

    Fùtbol

    Archivio

    Tag

    Articolo precedenteil trenino, 14
    Articolo successivoBaccanti…