More

    L’educazione buona…

    Ma quale educazione ormai? Domanda, che spesso ritorna, guardandosi un pò intorno… Una risposta in questo appunto di Daniela Morandini, che volentieri offro alla riflessione…

    “Nella società fluida la dignità è nell’-educazione buona-. Così come un tempo la fierezza era nell’essere “civis romanus”, o come, durante la guerra fredda, l’orgoglio era nel sentirsi “ein Berliner”.Un’-educazione buona- che, come per il cittadino romano, sottintenda diritti e doveri e che, come per l’uomo di Berlino, abbatta concezioni autoritarie. Un comportamento basato su un’estetica del bello che reiventi l’essenziale. Pulizia del gesto, della parola, del sentimento, del comportamento, quindi pulizia delle forme. Poiché il gesto, sporco, è volgare. La parola, infangata, non narra. L’agire, violento, è scontro fine a se stesso. E così il rapporto d’amore diventa ricatto, la famiglia discarica, la comunicazione regime. La -comunicazione buona- scarnifica, toglie le incrostazioni dell’osceno, pulisce le forme, rinnova le linee, le reinventa. Impone lentezza, distacco, ironia, autodeterminazione. L’-educazione buona- è l’arte degenerata del nuovo millennio”.

    Ultimi Articoli

    C’era una volta, oggi… La frattura

    Aiutiamo “postazione Eugenia” a rinascere!

    Marco Cavallo non si sfratta!

    La ragazza col tovagliolo

    Archivio

    Tag

    Articolo precedenteélites….
    Articolo successivoLibia e dintorni…