More

    la verità… 12

    “…D’altra parte lei mi aveva avvertito che i fiori di cactus sbocciano la sera e sono già morti la mattina seguente. Poi per un anno intero, o più, non ricordo quanto, le loro piante possono offrire solo spine sterili. Non mi aveva spiegato (se mai un giorno dovessi rivederla, glielo rimprovererò) se tutto il resto del tempo per la pianta di cactus è solo rimpianto e attesa dell’unico fiore. Una corolla bianca, enorme e carnosa. Fu la prima cosa in cui inciampai la mattina dopo nella cucina del mio appartamento. Un attimo prima che si richiudesse su se stessa. Feci appena in tempo a notare che un minuscolo ragno aveva tessuto fra gli stami una sottile ragnatela…”
    Una corolla bianca, enorme e carnosa, vissuta lo spazio di una notte. La verità?

    Ultimi Articoli

    Tra la folla

    Rizpà e le altre…

    lettera per un amico che non c’è più

    Fùtbol

    Archivio

    Tag

    Articolo precedentela verità… 11
    Articolo successivola verità… 13