More

    Verso dove? – 7

    Berlino, così vicino, cosi’ lontano. Solo vent’anni in fondo…. Daniela Morandini

    17.11.89 berlinBerlino Est.  La Wolkskammer, la Camera del Popolo, a grande maggioranza, ha approvato la lista dei ministri di Hans Modrow. Cinque contrari.Sei astenuti. Ventisette ministri, undici non sono comunisti. Approvata anche la dichiarazione programmatica del nuovo primo ministro. Riforme importanti per la politica,la societa' il diritto.Ratifica anche per le nuove commissioni parlamentari.Per la modifica della costituzione.Per la legge elettorale.Per indagare sugli abusi del vecchio corso. Il procuratore generale Wendland ha denunciato i   soprusi della polizia durante le manifestazioni di ottobre, a Dresda, a Lipsia, e a Berlino Est. E' un altro segno importante del cambiamento. Democratie Jezt -democrazia adesso- uno dei gruppi del dissenso di Berlino Est,  chiede ancora piu' aperture alle frontiere e l'abolizione del visto per i cittadini delle due Berlino  17.11. 89  Berlin

    Hans Modrow, il nuovo primo ministro, spiega le sue riforme. Drastica la riduzione dei ministri, da 44 a 25. Undici non sono comunisti. Quattro  sono liberali. Tre democratico cristiani.Due del Partito dei contadini. Due Nazional democratici. Modrow promette che la legge elettorale sara' riscritta, e che saranno rivisti i criteri di remunerazione dei lavoratori dipendenti. E poi ancora, una commissione per rielaborare l'articolo 1 -che sancisce il monopolio comunista-. Sara' abolita la Stasi -la polizia segreta-. Piu' di mille  ex dipendenti di questo ministero sono gia' al lavoro in cantieri edili. Il primo ministro prevede anche la privatizzazione di opere pubbliche ,la riforma dell'istruzione e dell'amministrazione. Saranno studiate tre nuove leggi:per le libere elezioni,per la libera associazione, per la liberta' di stampa. In queste ore altri dieci varchi si stanno aprendo nel Muro. Cosi', sono gia' trentadue. I visti concessi fino a questo momento, sono nove milioni.

    18.11 89 BERLIN

    Rudolf Alexiev,il console dell'URSS a Berlino Ovest. D: Gorbaciov ha detto che, nonostante il crollo del Muro, il socialismo non e' caduto, e che  i confini tra Est ed Ovest rimangono. Quali strade nuove ,allora, e quali possibilita' di sviluppo economico per questi paesi in crisi? R:Lo sviluppo  dei rapporti della DDR e dell'URSS e' lo sviluppo di due stati moderni. Quindi dovranno esserci sempre piu' possibilita' di cooperazione tra le due parti. D. In dicembre il vertice di Malta tra Bush e Gorbaciov. Molto probabilmente si parlera' della questione tedesca. Secondo lei ,potranno uscire le premesse per superare Yalta? R:Discuteranno di tutti i problemi internazionali.Ma parleranno soprattutto delle relazioni tra Usa e Urss. Il resto e' difficile dirlo. D.lei e' l'uomo di Mosca a Berlino Ovest, mentre Berlino Est sta cambiando di ora in ora: e' preoccupato?  R:Perche' dovrei essere preoccupato?La situazione nella DDR si sviluppa su un cammino proprio. Il popolo decide le proprie questioni, attraverso il proprio rappresentante alla Camera. A Berlino Est stanno cercando il rinnovamento attraverso strade nuove. Spero che ce la facciano

    18.11.89 berlin

    -  Un congresso straordinario del partito e' ormai inevitabile- Lo annuncia Oskar Fisher, il ministro degli esteri della DDR. Potrebbero esseci cambiamenti importanti. Ieri a Lipsia ,ancora una manifestazione contro Krenz, il nuovo leader della SED - , considerato dall'opposizione del Neues Forum, -amico della repressione cinese-. A Berlino, seconda fine settimana dopo il Muro:circa un milione e mezzo di persone dall'Est.
    Ora, passeggiare lungo il Kudamm, la via piu' centrale, o fare la spesa al quartiere dei turchi dove tutto costa meno, e' gia' un fatto normale. Non si parla di politica, ma si aspettano le commissioni parlamentari approvate dalla Camera del Popolo, insieme con le dichiarazione programmatiche del nuovo primo ministro Modrow. Dovranno lavorare per la modifica della Costituzione,per la nuova legge elettorale e per indagare sui soprusi del vecchio regime.

    berlin 1989  Daniela Morandini - Appunti in diretta

    Ultimi Articoli

    Lo strazio dei bambini

    Le Donne del Muro Alto

    carcere e covid, fra emergenze e menzogne

    Archivio

    Tag

    Articolo precedenteVerso dove? – 6
    Articolo successivoVerso dove? – 8