More

    Profezie…

    Oggi che i più, sembra, a Roma, fossero in attesa della “grande catastrofe”. Oggi che la metropolitana, alle 7 e 30 del mattino era piena di vuoti quasi come a ferragosto. Oggi che chissà dove sono andati a nascondersi in tanti… Tornando verso casa, nel pomeriggio, ascoltando un colloquio sommesso fra una bambina e la sua mamma, o un’amica della mamma, o la sua tata… insomma, qualcuno, amico, andato a prenderla all’uscita dalla scuola. Cosa avete fatto, chiede la donna. Tutto il giorno in giro per parchi e per giardini, risponde la bambina. Luoghi al sicuro, lontani dai palazzi che potrebbero cascare giù. Per via del terremoto, si capisce… Davvero? chiede la donna. Ebbene, dice, che cosa sciocca! E tutto per via di una previsione sbagliata… Sbagliata, sì, conviene seria la bambina. Si vede, conclude, che non hanno studiato, che non hanno fatto bene i compiti…

    Ultimi Articoli

    Dittici. I volti e il tempo…

    La casa rossa…

    Alfabeto dei piccoli armeni

    Ritournelles….

    Archivio

    Tag

    Articolo precedente
    Articolo successivo