More

    Ricordi…

    Parlando, di Alzheimer e di terapie… dell’Arte Terapia che, smuovendo quanto nel profondo è rimasto nell’animo di chi sembra appartenere già a un altro mondo, riallaccia fili di relazioni, relazioni con il sé, che sembrava perduto, relazioni con il mondo, che ancora intorno può accogliere… Leggendo della terapia della danza e della musica, del suono che smuove, come l’aratro sotto le zolle di terra dura, le emozioni del cuore… Accade, facendo ascoltare ai malati la musica della gioventù, quasi richiamo del tempo in cui si era giovani e forti e comunque belli…. Per caso ascoltavo, leggendo di queste storie, un vecchio, vecchissimo Battisti, quello di Balla Linda e di Una lira…  e il passato è tornato… squarciando le crepe della terra pur dura dell’animo… sciogliendola, nel pianto…

    Ultimi Articoli

    Le donne, la violenza…

    Lo strazio dei bambini

    Le Donne del Muro Alto

    Archivio

    Tag

    Articolo precedenteSull’autobus
    Articolo successivoDell’arte medieval-contemporanea…