More

    Dubbi…

    Potere delle istituzioni o potere del giornalista? Se lo chiede Rosa Mancini, studentessa di Urbino. E la domanda non è per nulla oziosa. Leggete un pò, così, aspettando ferragosto…

    “Alcuni giorni fa in redazione mi chiesero di fare un’analisi statistica su quanti sequestri di immobili abusivi sono stati effettuati  nell’anno 2010 a Napoli. Quindi: quanti abusi? quanti sequestri?   tipologia di abuso e  zone più a rischio. Il giorno successivo mi misi immediatamente all’opera e andai alla Procura della Repubblica di Napoli. È da li che partono tutte le direttive, si decide dove demolire e perché demolire. Ma, il Procuratore aggiunto incaricato per la questione abusivismo edilizio, non c’era: era in ferie!. Peccato, un vero peccato…strano! visto che il 18 agosto gira voce che a Procida ci sarà un nuovo abbattimento di una casa ad uso abitativo. .e visto che nei giorni scorsi sono state ordinate altre demolizioni a Napoli, in particolare nel quartiere di Pianura. L’unica cosa che sono riuscita ad ottenere è stato un dato generale sul numero di sequestri effettuati dal 1 gennaio del 2010 a oggi. Dalla Procura, ho continuato la mia ricerca al Municipio di Napoli, ma nada! Niente di niente…solo interrogatori del tipo: “cosa deve fare? Lei per chi scrive? “. Pensai allora: “forse se cerco informazioni per quartiere mi facilito le cose!”.

    E cosi pensai di analizzare il caso Pianura, visto e considerato che negli ultimi giorni questo è stato la zona partenopea più discussa.. (A questa è succeduta poi Afragola e il crollo di una palazzina!). andai quindi al Comune di Soccavo- Pianura, ma loro non sapevano proprio niente.. la squadra incaricata per l’abusivismo si era spostata veramente da poco tempo al Comune di Soccavo, sapevano solamente che, loro avevano effettuato un centinaio di sequestri in quella zona..mi risposero allora che per avere questo tipo di informazioni dovevo andare in Via Dia Mare, una strada del Vomero alto e contattare l’Ufficio USAI, incaricato di tutto, “da li” mi rispose un poliziotto “partono tutte le direttive, sicuramente loro potranno aiutarla, hanno tutti i documenti! Noi inviamo tutto a loro!”.

    Fu cosi che chiamai l’ufficio e mi dissero che quei dati erano atti giudiziari e senza un’autorizzazione non potevo accedere, né pubblicarli: articolo o tesi di laurea!. Non faceva differenza. Per avere l’autorizzazione dovevo contattare il responsabile, ma anche lui era in ferie!.

    Morale della storia e della mia ricerca: In un periodo come questo dove la questione Abusivismo edilizio,  sia di necessità che di speculazione, si fa sentire…dove le ordinanze di demolizione arrivano come il vento da una parte a un’altra.. ecco che le istituzioni vanno in ferie.. c’è anche da dire però che oltre il”chiuso per ferie”, reperire un’informazione numerica e non si tratta di fascicoli legati a una casa in particolare, ma semplicemente dati… numeri, bisogna “essere autorizzati” e non solo “bisogna essere qualcuno”.

    Non sono una giornalista, mi piacerebbe diventarlo.. non sono proprio nessuno, semplicemente sono una studentessa.. che ha avuto una possibilità : scrivere un articolo o comunque sia fornire dei dati ad una redazione… cos’è la redazione? Un gruppo di giornalisti che lavorano affinché quello che succede nel mondo venga diffuso nel mondo!. Ebbene le istituzioni mi hanno letteralmente chiuso la porta in faccia… mi hanno detto in pratica: “torna più tardi!”… lo sbaglio più grande che potrei fare e pensare di non avere ottenuto niente! Risposta sbagliata: “se questa non è una notizia? quella cioè che si cerca di bloccare il flusso di informazione.. esercitando un continuo controllo sulla notizia, perché certe cose vanno dette e altre no..!

    Il mio obiettivo cambia quindi… non parlerò dei numeri… ma della verità.. non posso fare altro e la verità e che, se non sei nessuno.. se nessuno ti ha autorizzato.. ebbene in questo senso, l’informazione non è più alla portata di tutti, ma diventa un privilegio che solo in pochi possono avere.

     

    Rosa Mancini

    Ultimi Articoli

    Le donne, la violenza…

    Lo strazio dei bambini

    Le Donne del Muro Alto

    Archivio

    Tag

    Articolo precedenteTrent’anni fa, memorie…
    Articolo successivoCanili…