More

    Tempo di vertici

    Un suggerimento. In tempo di vertice sulla crisi alimentare. Mentre un folto gruppo di signori mediamente ben nutriti discuteranno di fame e di alimentazione. Della fame degli altri, naturalmente. Leggere “India spezzata”, di Vandana Shiva. Per saper qualcosa dell’altra faccia della globalizzazione e della liberalizzazione del commercio. Quella che in India, ad esempio ci spiega Shiva, scienziata, ambientalista, nobel per la pace, “crea 10 milioni di nuovi disoccupati ogni anno, impoverisce i contadini e toglie diritti a chi è già emarginato”. Ci aiuta a mettere da parte per un po’ l’immagine dell’India splendente, superpotenza proiettata verso il futuro e a ricordare che la grande massa degli indiani è quella esclusa dai benefici della crescita economica, quella che nelle elezioni legislative del 2004 si era messa pazientemente in fila per dire con fermezza che la verità era un’altra, per dire “no” alla “shining India” degli spot elettronici, e sancire la sconfitta del partito nazionalista di Vajpayee. Con una valanga di dati e una profonda analisi storica, politica ed economica, con l’analisi dei meccanismi e delle politiche che stanno alla base della violenza, che uccide e che affama, questo libro ci fa fermare a riflettere sulla realtà alla quale andremo incontro, alla quale stiamo già andando incontro ( tutti noi, non solo gli indiani) se acqua e cibo non sono più diritto, ma merce. Viene fatto un paragone, con gli animali in gabbia che, in condizioni violente e innaturali, aggrediscono se stessi e chi hanno vicino. “Gli animali non sono nati per vivere imprigionati nelle gabbie. Gli umani non sono fatti per vivere imprigionati dai mercati o, quando non riescono a diventare consumatori del mercato globale, per fare una vita da emarginati senza valore”. Una speranza? La risposta di Vandana Shiva è “democrazia economica”.

    p.s.: pure comprendendo le regole e i riti delle diplomazia, una curiosità, un po’ imbarazzante, forse… ma quale e quanto ricco sarà il menù di buffet e cene offerte per smorzare la fame dei 40 capi di stato, dei 100 ministri e relativo seguito di addetti, oltre che degli ospiti, degli osservatori ecc ecc che affollano il vertice?

    Vandana Shiva, “India spezzata“, Il Saggiatore

    Ultimi Articoli

    Le Donne del Muro Alto

    carcere e covid, fra emergenze e menzogne

    Ieri a Napoli

    Archivio

    Tag

    Articolo precedente“Vorrei essere zingaro”
    Articolo successivoRicordando l’India